Hai la celiachia? Scoprilo con questi esami

Esami per la celiachia

Hai la celiachia? Scoprilo con questi esami

La celiachia è un’intolleranza al glutine che richiede di eliminare ogni alimento che lo contiene, per poter condurre una vita normale. Frumento e cereali sono dunque i nemici numero uno per i pazienti che manifestano questa particolare intolleranza. E una dieta priva di glutine è l’unica terapia possibile per il paziente celiaco.

La celiachia è una delle malattie genetiche più frequenti. Molti pazienti non sanno di averla fino a quando non si verifica un evento che scatena improvvisamente i sintomi.

La diagnosi è piuttosto semplice. Tutto inizia con le analisi del sangue per finire, in alcuni casi, con la biopsia intestinale, per accertare la presenza della celiachia.

Ma quali sono i test e gli esami più indicati per valutare le condizioni di salute del paziente? E quali sono i cibi che può mangiare chi soffre di celiachia? Vediamolo subito assieme!

Indice degli argomenti:

Sintomi della celiachia: quando è il momento di fare i test

Riuscire a individuare la celiachia fin dai primi sintomi ti permetterà di porre rimedio a tante piccole sofferenze che non ti assicurano una vita normale. Come fare a riconoscere la celiachia?

Ecco i principali sintomi che manifesta il paziente celiaco, nella fase iniziale:

  • Dispesia
  • Diarrea
  • Stipsi
  • Malessere
  • Flatulenza
  • Distensione addominale

Quando l’intolleranza raggiunge un livello più avanzato, è possibile manifestare sintomi tipici delle sindromi da malassorbimento e malnutrizione:

  • Bassa statura nei bambini
  • Ritardo puberale
  • Perdita di peso
  • Carenza di ferro e solati
  • Deficit vitaminici
  • Osteoporosi
  • Osteomalacia

Come puoi notare, i sintomi sono davvero tanti e possono variare per ogni paziente sia nella tipologia che nell’intensità in cui si manifestano. Per questo motivo si consiglia di consultare il medico di base e valutare insieme a lui una prima fase di analisi che ti permetteranno di comprendere se, la causa dei tuoi sintomi, è la celiachia.

Leggi anche: come riconoscere la celiachia nel neonato.

Esami per la celiachia

Gli esami più utilizzati per diagnosticare la celiachia iniziano con l’anamnesi e l’osservazione del paziente da parte del medico specialista. Si procede dunque con la ricerca di specifici anticorpi e autoanticorpi nel sangue, continuando con esami sempre più dettagliati.

Tra questi troviamo il breath test al sorbitolo, l’esame delle feci e come ultimo step, la biopsia duodenale.

Come detto quindi, tutto ha inizio con una fase preliminare in cui il medico va a individuare i sintomi del paziente, le sue sensazioni, le condizioni di salute e altri segni clinici che possono aiutare a individuare la patologia.

Poichè il quadro clinico della celiachia è estremamente simile a quello di altre malattie (ad esempio sindrome del colon irritabile, morbo di Crohn e insufficienza pancreatica), oltre alla visita preliminare, il medico può decidere di proseguire con esami più specifici e di accertamento.

L’esame del sangue è utile per valutare i livelli di:

  • Transglutaminasi anti-tissutale
  • Anticorpi anti-endomisio
  • Anticorpi antigliadina

Se i valori sono superiori rispetto alla norma, la probabilità che il paziente sia celiaco è molto alta. Questo spinge il medico a proseguire con l’accertamento con altre tipologie di test: il breath test al sorbitolo e l’esame delle feci.

Breath test al sorbitolo: cos’è e a cosa serve?

L’esame del breath test al sorbitolo è uno dei più utili nella fase di screening della celiachia. Al paziente vengono somministrati 5 grammi di sorbitolo, un dolcificante naturale che sostituisce lo zucchero, per misurare a intervalli regolari la concentrazione di idrogeno nell’aria espirata.

Se la quantità di idrogeno aumenta, vuol dire che il sorbitolo non è stato assorbito correttamente nell’intestino tenue ma è stato fermentato dalla flora batterica del colon. Questo processo ha causato la produzione di gas intestinali tra cui l’idrogeno.

Se si risulta positivi al breath test significa che, al di là della celiachia, è presente un problema di malassorbimento intestinale e che è necessario proseguire con gli accertamenti per comprenderne la causa.

L’esame delle feci

A questo punto, il medico può ritenere indispensabile l’esame delle feci. Non sempre però questo tipo di test viene utilizzato per diagnosticare la celiachia e solo alcuni medici lo utilizzano come un ulteriore tassello per completare il quadro clinico del paziente.

Se è presente un problema di malassorbimento è possibile riscontrare nelle feci una quantità di grasso eccessiva e un pH acido delle feci.

Anche in questo caso, come per il breath test al sorbitolo, è possibile confermare problemi legati al cattivo assorbimento dell’intestino di alcune sostanze.

Alimenti per celiachia: mangiare bene senza rinunciare a nulla!

Una volta eseguiti tutti i test necessari per comprendere le cause di tutti i sintomi manifestati, si arriva alla conferma definitiva: il paziente è celiaco.

Hai paura di trovarti davanti a questo risultato? Come ti abbiamo anticipato all’inizio dell’articolo, la celiachia può essere tenuta sotto controllo modificando il tipo di alimentazione. Quindi niente paura, sarà più semplice di quanto credi!

Leggi anche: ricette per celiaci: ecco alcune idee originali.

Dovrai eliminare tutti gli alimenti che contengono glutine, in particolare la pasta e il pane. Fortunatamente oggi in commercio è possibile trovare numerose soluzioni alternative e altrettanto gustose, che ti faranno sentire meno il peso della tua nuova dieta.

Vuoi mangiare una bella fetta di pane e pomodoro? Prova la soluzione senza glutine di Giusto! Disponibile in una pratica confezione che mantiene la freschezza e il sapore del pane appena sfornato.

Pane per celiachi - Giusto

Pane per celiaci – Giusto

Vorresti prepara un piatto di gnocchi di patate al sugo? Prova gli gnocchi senza glutine Schar, realizzati con patate in fiocchi reidratate, farina di riso e fecola di patate. Una soluzione perfetta se non sai rinunciare a un primo piatto gustoso.

Gnocchi di patate per celiaci - Schar

Gnocchi di patate per celiaci – Schar

E finiamo in dolcezza, con le merendine Giusto al cioccolato e crema di latte, della linea senza glutine. Sono una soluzione perfetta per una merenda gustosa e sfiziosa!

Merendine al cioccolato senza glutine - Giusto

Merendine al cioccolato senza glutine – Giusto

Vuoi scoprire altri prodotti pensati per l’alimentazione senza glutine? Allora visita il nostro shop, troverai tante soluzioni ideali per una dieta sana ed equilibrata… a prova di celiaco! 😉