Epilatore a luce pulsata: come funziona

Epilatore a luce pulsata

Epilatore a luce pulsata: come funziona

C’è solo un desiderio che accomuna tutte le donne, non importa l’altezza, il peso, l’etnia, la religione… tutte sognano di eliminare una volta per tutte ogni piccolo pelo presente sul corpo.

Ammettilo, anche tu hai cercato almeno una volta su Google “come rimuovere definitivamente i peli“, magari hai anche provato i classici rimedi della nonna, optando per soluzioni naturali proposte da qualche farmacia online e alla fine, dopo averle provate tutte, sei ricorsa al tuo solito metodo che tutto sommato, anche se per poco tempo, ti permette di ottenere un buon risultato.

Da qualche anno ormai, si sente parlare di un metodo di depilazione che sembra esaudire davvero i tuoi desideri. Stiamo parlando della luce pulsata che, con la sua particolare tecnologia, assicura una depilazione definitiva.

Ma come funziona e quali sono i rischi della fotoepilazione? Scopriamoli insieme!

Argomenti:

Come funziona la luce pulsata

La luce pulsata è una delle tecnologie più rivoluzionare degli ultimi tempi. Grazie agli apparecchi sempre più professionali è possibile ritardare la crescita dei peli, ridurre la loro quantità e in molti casi, eliminarli del completamente.

Attualmente sono presenti dispositivi semplici da utilizzare che permettono di eseguire la depilazione con la luce pulsata anche in modo autonomo, senza doversi rivolgere necessariamente a un’estetista. In questo modo è possibile anche prolungare gli effetti del trattamento, riuscendo a ridurne i costi.

Ma come funziona questo strumento?

La luce pulsata può essere utilizzata per eliminare i peli superflui in ogni parte del corpo: gambe, viso, bikini e qualsiasi altra parte del corpo. Brevemente, la fotodepilazione prevede la distruzione selettiva del follicolo del pelo, che ne determina il ciclo di vita, per mezzo dell’energia prodotta e trasformata in calore.

In questo modo, l’energia creata dall’apparecchio è in grado di attaccare il pelo senza danneggiare la cute che lo circonda. Come è possibile? Gli strumenti per la depilazione a luce pulsata, riescono a differenziare tra la temperatura della pelle e quella sprigionata dal pelo quando si raggiunge il bulbo pilifero.

Dopo aver valutato le condizioni della cute che deve essere sottoposta al trattamento, la seduta si svolge in questo modo:

  • Si procede coprendo nei e cicatrici dai raggi dell’apparecchio;
  • Viene applicato un gel che protegge la pelle dall’energia e favorisce i risultati del trattamento;
  • L’operatore regola il macchinario con le impostazioni personalizzate in base alle caratteristiche della cute;
  • Si inizia il trattamento posizionando il manipolo nella zona da trattare e producendo impulsi a intervalli regolari su tutta l’area.

Già dopo il primo trattamento, nell’arco di pochi giorni, i peli inizieranno a cadere da soli. Per garantire un buon risultato è necessario ripetere la seduta più volte, meglio se ogni 15 giorni, per assicurare il trattamento di tutti i peli.

Infatti, ogni bulbo ha un ciclo di vita ben preciso e richiede un po’ di tempo prima di essere neutralizzato definitivamente.

Le tre fasi di crescita del pelo

Le tre fasi di crescita del pelo: anagen (fase di crescita), catagen (blocco della crescita) e telogen (fase di riposo e caduta del pelo) – (Fonte: www.dietrolequinteaz.it)

Tutto qui? Nessuno strappo, nessuna fatica?

Rischi e controindicazioni della depilazione a luce pulsata

Il trattamento ha una durata variabile, in base alla grandezza della zona da trattare. In linea generale va dai 15 ai 30 minuti per un totale di sedute che vanno da 3, per le piccole zone, alle 10, per le aree più estese.

Se si osservano correttamente tutte le fasi di preparazione della cute, prima di iniziare il trattamento, non si corrono particolari rischi. La cosa importante è ricordarsi di proteggere bene i nei e le cicatrici con prodotti appositi che permettono al dispositivo di distinguere queste aree dai peli da trattare.

L’unica controindicazione è il sole. Infatti, si sconsiglia di eseguire il trattamento prima di esporsi ai raggi solari. In genere è possibile esporsi al sole solo dopo una settimana dalla seduta e utilizzando una protezione adeguata a proteggere la pelle.

Per questa ragione, si consiglia di eseguire il trattamento nei mesi invernali, quando l’esposizione al sole è ancora lontana.

Prenditi cura della tua pelle

Se hai deciso di iniziare la depilazione a luce pulsata, devi ricordarti di prenderti cura della tua pelle durante i trattamenti. Ecco perchè vogliamo darti qualche consiglio utile per proteggere la pelle e assicurarti un risultato finale duraturo e senza rischi.

La prima cosa da fare è scegliere una crema per pelli sensibili da applicare ogni giorno sul corpo. Durante la depilazione, la cute diventa più soggetta a irritazioni, per questo è importante prendersene cura con creme ad hoc.

Quando si sceglie di trattare una parte del corpo che viene facilmente esposta al sole, anche se la depilazione viene fatta in pieno inverno, si consiglia di proteggere la cute con una crema solare ad alta protezione. Ad esempio, se scegli di utilizzare il trattamento sul viso è opportuno applicare una protezione solare come base prima del trucco.

Vuoi trovare una crema nutriente per il tuo corpo? Cercala nel nostro shop online: abbiamo riservato una sezione speciale ai prodotti per la dermocosmesi!

Buona depilazione! 😉