Caffè verde: benefici e controindicazioni

Caffè verde

Caffè verde: benefici e controindicazioni

Il caffè verde è un prodotto naturale ed energizzante particolarmente conosciuto per i suoi effetti dimagranti. Infatti, le numerose proprietà contenute all’interno dei chicchi verdi, associati a una corretta alimentazione e all’attività fisica, garantiscono un supporto efficiente per l’organismo.

I benefici più conosciuti, che rendono il caffè verde così utilizzato, si riconducono alle proprietà liposolubili che aiutano il corpo a perdere peso. Ma questo è solo uno dei tanti benefici.

Questa tipologia di caffè, proprio come quello classico, presenta alcune controindicazioni a cui è bene prestare attenzione prima di assumerlo in grosse quantità.

Vediamo quali sono i principali benefici e le controindicazione del caffè verde.

Caffè verde e caffè nero: quali sono le differenze?

Il caffè verde e il caffè nero hanno un’origine comune. Infatti, le due tipologie di chicco provengo dalla stessa pianta, la Coffea, e vengono raccolti nello stesso momento. Esistono diverse tipologie di piante di caffè: la Coffea Arabica nasce in Etiopia, quella Robusta nell’Africa Tropicale, l’Excelsia e la Mauritania invece sono state scoperte recentemente e producono un’ottima qualità di caffè.

In origine il caffè si coltivava prevalentemente in Arabia, sul Mar Rosso, e veniva consumato come una bevanda ricavata dall’infusione dei chicchi di caffè verde, quindi non tostato. Ebbene sì, l’elemento principale che distingue il chicco di caffè nero, da quello verde, è proprio la tostatura.

Infatti, a differenza del chicco di caffè classico, quello di colore verde non è sottoposto a tostature e torrefazione, ma viene lasciato essiccare al sole riuscendo a mantenendo così il suo caratteristico colore. Si tratta di chicchi di caffè crudi e per questo riescono a mantenere tutte le proprietà organolettiche racchiuse al suo interno. Nel caso del chicco di caffè classico, queste sostanze si disperdono durante i vari processi di cottura.

A partire dal XV secolo il caffè si diffuse in Medio Oriente, in particolare a Damasco, ed è proprio qui che si inventò la tecnica della torrefazione. Una particolare lavorazione che prevede la tostatura del chicco a elevate temperature in modo da disidratarlo, ossidarlo, e renderlo più duraturo nel tempo.

È solo nel XVII che giunge in Europa. Qui si scopre il potere energizzante, tonico e risvegliante del caffè sul corpo e sulla mente.

Oggi è considerato un componente essenziale delle diete dimagranti, grazie alle proprietà che aiutano il corpo a eliminare il grasso presente nell’organismo.

Proprietà e benefici del caffè verde

Il caffè verde viene spesso utilizzato come integratore per favorire la perdita dei chili di troppo. Infatti, il mix di principi naturali agiscono attivamente per stimolare il metabolismo dei grassi, limitando l’assorbimento degli zuccheri.

Il potere dimagrante è dato dalla capacità del caffè verde di agire in due modi. Da un lato riduce la formazione di glucosio a livello epatico, grazie all’azione combinata con l’acido clorogenico. Dall’altro la caffeina contenuta nei chicchi diminuisce la quantità di zuccheri assorbiti a livello intestinale. Il risultato è un abbassamento del livello di glucosio nel sangue e, di conseguenza, della glicemia. Non a caso, il caffè verde è fortemente consigliato ai pazienti diabetici con valori glicemici elevati.

La tostatura è la principale fonte delle differenza tra le due tipologie di caffè. Il caffè verde presenta una quantità di caffeina superiore, rispetto a quello classico, e si caratterizza per un rilascio più lento e graduale. Per farti un esempio pratico. Una tazzina di caffè nero agisce in mezz’ora e nel giro di qualche ora l’effetto svanisce. Al contrario, la caffeina presente nel caffè verde viene rilasciata in modo graduale, garantendo un effetto tonico più prolungato e con minori effetti collaterali.

Ma come ti abbiamo detto, oltre alle proprietà dimagranti esistono numerosi benefici del caffè verde. Ecco quali sono le principali sostanze nutritive fondamentali per il nostro organismo, contenute al suo interno:

  • Sali minerali e vitamine, che favoriscono le normali funzionalità del corpo;
  • Polifenoli, che ostacolano l’azione dei radicali liberi, rallentano l’invecchiamento cellulare e rappresentano un importante antinfiammatorio naturale;
  • Sostanze antiossidanti, con una percentuale di quattro volte superiore al thè verde;
  • Omega 3, omega 6 e vitamine del gruppo B, che aiutano il nostro organismo ad aumentare le difese immunitarie;
  • Aminoacidi e proteine, utili per rinforzare la struttura di pelle e capelli;
  • Caffeina, che favorisce la concentrazione e la resistenza fisica e mentale, contrastando in modo efficace la stanchezza.

Il caffè verde: come assumerlo e quali sono le controindicazioni

Sebbene possa sembrare una bevanda miracolosa, in realtà non lo è. I suoi benefici si presentano se accompagnati da una corretta alimentazione e da uno stile di vita equilibrato. È inutile pensare di assumerlo per godere delle proprietà dimagranti se non si segue una dieta sana e non si svolge un’adeguata attività fisica.

I benefici del caffè verde sono semplicemente un supporto per garantire risultati migliori e più duraturi.

Il nostro consiglio è quello di rivolgerti al tuo medico di base prima di assumere il caffè verde in grosse quantità. Si tratta sempre di un prodotto che contiene dosi elevate di caffeina, seppur di buona qualità, che può creare disagio ai pazienti più sensibili. In genere, si sconsiglia l’uso eccessivo ai soggetti che:

  • Soffrono di tachicardia;
  • Presentano disturbi del sonno;
  • Alle donne in gravidanza e durante l’allattamento.

In generale le controindicazioni sono molto simili a quelle del caffè più classico.

Il dosaggio e le modalità di assunzione sono specificate nelle confezioni. Il nostro consiglio è quello di assumerlo al mattino, o comunque nel primo arco della giornata. In questo modo avrai la possibilità di smaltire il contenuto di caffeina durante la giornata e non rischierai di passare le notti insonni. L’ideale è assumere il caffè verde prima dei pasti per beneficiare della sua capacità di ridurre il senso di fame.

Vuoi scoprire come prenderti cura del tuo organismo seguendo una dieta equilibrata? Nel nostro blog puoi trovare numerosi articoli dedicati alla corretta alimentazione. Buona lettura! :)