Quando fare un test di gravidanza

Test di gravidanza

Quando fare un test di gravidanza

Tutte le donne, a un certo punto della loro vita, si trovano davanti al test di gravidanza. Si tratta di un dispositivo semplice nel funzionamento, facile da usare, ma con un potere enorme: ti dirà se presto diventerai mamma!

Prima di arrivare al momento decisivo, la tua mente è invasa da interrogativi, dubbi e preoccupazioni: quando è il momento giusto per fare il test di gravidanza? Quanto è affidabile il risultato? E se il risultato che compare è falsato da qualche piccola distrazione avuta durante le procedure per eseguire il test?

Ma soprattutto… come si fa?

Niente paura, stiamo per rispondere a tutte le domande per aiutarti ad affrontare questo momento importante della tua vita nel modo più sereno possibile.

E prima di iniziare vogliamo darti un piccolo consiglio. Il risultato del test può cambiarti la vita, quindi prima di iniziare decidi se vuoi affrontare questo momento da sola, oppure preferisci condividerlo con una persona che può darti tutto il supporto di cui hai bisogno. Hai già deciso? Bene, allora iniziamo!

Sintomi di una gravidanza: è l’ora di fare il test!

La gravidanza è un momento particolare e ogni donna la vive in modo soggettivo. Infatti, sono numerosi i fattori che possono influenzare ogni piccolo sintomo, tant’è che anche una donna che ha avuto più di una gravidanza può notare differenze enormi. L’età, lo stato d’animo, l’ambiente circostante, il bambino, paure e preoccupazioni, sono tutti fattori che possono incidere sui sintomi della gravidanza.

Proprio per questo motivo, riuscire a capire di essere incinta fin dalla prima settimana è molto difficile. In alcuni casi non si presentano sintomi particolari, in altri è possibile notare qualche piccolo cambiamento che può lasciare intuire l’inizio di una gravidanza. In particolare:

  • Stanchezza durante la giornata, anche senza un motivo specifico;
  • Tensione al seno, che appare più gonfio e spesso dolorante;
  • Nausea e sensazione di fastidio ad alcuni odori;
  • Perdite anche in assenza delle mestruazioni;
  • Dolori alla schiena;
  • Maggiore sensibilità e irritabilità.

Ma come detto, non tutte le donne manifestano questi sintomi già nella prima settimana e la maggior parte inizia a rendersi conto della gravidanza un po’ più in là. Il primo campanello dall’allarme classico è il ritardo del ciclo mestruale: è a questo punto che il pensiero della gravidanza inizia a comparire nella mente di una donna.

LEGGI ANCHE: a cosa serve un test di ovulazione.

Quindi, se senti che il tuo corpo sta cambiando e, più in generale, sei consapevole di aver avuto un rapporto a rischio è proprio il caso di fare un test di gravidanza.

E se invece il dubbio di essere rimasta incinta ti assale già dopo qualche ora dal rapporto, devi sapere che la fecondazione dell’ovulo avviene entro 24, 48, e a volte anche 72 ore dopo il rapporto, da quel momento si verificano una serie di trasformazioni all’interno dell’utero che sono dopo 12/14 giorni possono essere rilevati da un test di gravidanza moderno.

Fare il test troppo presto può portare a falsi negativi, ovvero il test potrebbe risultare falso anche se la fecondazione è avvenuta con successo.

Come funziona il test di gravidanza?

Che sia un test di ultima generazione, oppure uno bassato sulle analisi delle urine nel classico barattolino, il funzionamento del test di gravidanza è sempre lo stesso. Si basano tutti sulla rilevazione nelle urine di Beta HCG (gonadotropina corionica umana), un ormone creato dalla prima formazione della placenta a partire da 7 giorni circa dopo il concepimento.

Nel momento in cui inizia la sua produzione, l’ormone passa nel sangue, fino a 10 dopo il concepimento, e dopo qualche altro giorno viene smaltito con le urine. I test più moderni sono in grado di rilevarlo anche a 12/14 giorni dalla fecondazione. Per questo motivo è sconsigliato fare il test troppo presto. Secondo gli esperti in questi casi è molto facile cadere in risultati errati.

Se il test risulta negativo, ma pensi di essere incinta e le tue mestruazioni sono in ritardo, ti consigliamo di ripetere il test dopo qualche giorno. E se ancora il risultato non ti convince è bene consultare il ginecologo e richiedere una visita specifica che ti saprà dare una risposta definitiva.

Per avere un risultato attendibile ti consigliamo di eseguire il test di gravidanza al mattino con le prime urine. Infatti, è questo il momento in cui l’ormone si manifesta con maggiore intensità, garantendo una facile rilevazione. In alternativa puoi ripetere il test dopo 4 ore dalla tua ultima minzione.

test di ultima generazione sono attendibili e seguendo questi piccoli consigli potrai essere certa del risultato ottenuto al 98-99%.

Nuovi modelli di test di gravidanza: come leggere il risultato

Oggi è possibile trovare in commercio diversi modelli di test di gravidanza, da quelli classici a quelli digitali. Il funzionamento è praticamente identico, dopo aver fatto pipì sul bastoncino dovrai attendere qualche minuto per vedere comparire il risultato nella finestrella.

I test di gravidanza classici mostrano una linea, nel caso di test negativo, e due linee nel caso di test positivo, ciò significa che sei incinta. In ogni caso nella confezione del test troverai le indicazioni precise sia du come si esegue il test che sulla corretta lettura del risultato.

I test digitali, sono pensati per non dare spazio a dubbi o interpretazione errate. Il risultato compare sottoforma di scritta “incinta” o “non incinta”, oppure con simboli specifici, ad esempio una faccina sorridente o triste. Anche in questo caso, ti suggeriamo di leggere attentamente il foglietto illustrativo.

Vuoi scoprire le applicazioni utili per affrontare la gravidanza e veder crescere il tuo pancione? Allora leggi il nostro articolo sulle migliori app per la gravidanza! :)