Disturbi del sonno: come prevenirli

Disturbi del sonno: come prevenirli

Disturbi del sonno: come prevenirli

Quando si pensa ai disturbi del sonno si tende a considerare solo i casi di insonnia. Ti sarà capitato prima o poi di passare una notte sveglio, di non riuscire a dormire e di pensare che questo fosse dovuto proprio all’insonnia.

Non è propriamente così. I disturbi del sonno sono numerosi e possono riguardare tanto l’insonnia quanto i problemi dovuti al non riuscire a stare svegli. Nonostante la differenza che li contraddistingue, i fattori che incidono sulla sua qualità e la quantità del sonno tendono ad essere pressoché le stesse.

Vediamo subito come prevenire i disturbi del sonno.

I problemi del sonno: solo questione di stress?

Da un recente studio fatto dall’Associazione Italiana per la Medicina del Sonno, è emerso un dato allarmante:circa 12 milioni di italiani soffre di insonnia o altri disturbi legati al sonno.

Tra le principali cause che incidono sulla qualità e sulla quantità del sonno troviamo al primo posto stress e ansia. Più in generale possiamo individuare la sfera emotiva come la principale causa: uno stile di vita frenetico, un’attività lavorativa poco gratificante, oppure un lavoro stressante, un ambiente familiare difficile e carico di preoccupazioni.

Se ricadi in una di queste categorie, o magari in più di una, è probabile che anche tu almeno una volta ti sei trovato a fissare il soffitto per tutta la notte. Oppure a trascorrere ore e ore a dormire senza avvertire poi il senso di riposo.

Ma non è solo il lato emotivo ad avere ripercussioni sul tuo dolce sonno. Infatti, anche l’alimentazione può esserne una causa. L’avresti mai detto? La tua dieta incide sulla qualità del tuo sonno. Assumere cibi che stimolano il sistema nervoso, che rendono difficile la digestione, come nel caso di tè e caffè, avrà sicuramente un riscontro negativo nel sonno.

Ti è mai capitato di bere un buon caffè poco prima di andare a letto? Hai notato qualche differenza quando poi ti sei messo a dormire? La reazione è piuttosto soggettiva. Alcuni individui reagiscono con episodi di insonnia, altri cadono in un sonno profondo.

Infine, lo stile di vita. L’indiziato numero due, dopo l’alimentazione, per i principali problemi riscontrati nella popolazione. Soprattutto la routine che si segue prima di andare a dormire: guardare la tv, stare davanti al pc, usare cellulari e tablet, soprattutto sotto le calde coperte, inciderà sul tuo sonno. Che sia l’insonnia oppure la ipersonnia, è bene evitare di svolgere queste attività prima di andare a dormire.

Come prevenire i disturbi del sonno

Ricapitolando in Italia 7 persone su 10 soffrono di disturbi del sonno: il 40% si addormenta con difficoltà, il 30% si sveglia più volte nel corso della notte e il 20% si alza molto prima del suono della sveglia. Ma quali sono i problemi del sonno più diffusi?

  • Insonnie, ovvero la mancanza di sonno e, quando presente, di qualità scadente
  • Ipersonnie, eccessiva sonnolenza anche durante il giorno
  • Parasonnie, come il sonnambulismo, che non dipende direttamente dalla struttura del sonno bensì dall’attivazione di strutture che coinvolgono il sistema neuromuscolare e quello neurovegetativo
  • Apnea notturna, che incide sulla qualità del sonno, causando numerosi disagi sulla vita quotidiana
  • Sindrome delle gambe senza riposo, la necessità di dover muovere gli arti inferiori durante la notte per porre fine a dolori e fastidi, con notevoli ripercussioni sul sonno.

Benché la soluzione migliore in questi casi è quella di rivolgersi ad un medico, per affrontare una cura adeguata, esistono dei comportamenti che puoi mettere in atto fin da subito per prevenire situazioni ben peggiori dalla semplice e sporadica notte in bianco.

Per prima cosa intervieni sul tuo stile di vita. Affronta la giornata e le difficoltà con più leggerezza. Sport e attività fisica possono essere un ottimo modo per allontanare stress e ansia della quotidianità e migliorare la qualità del sonno. In questo caso è importante stare attento al momento della giornata scelto per allenarti. Solitamente è sconsigliato farlo prima di andare a dormire, a meno che il tuo problema non sia legato ad un’eccessiva sonnolenza. Infatti, lo sport attiva l’organismo e nei casi di insonnia potrebbe essere ancora più complesso riuscire a dormire.

Anche l’alimentazione è un buon modo per prevenire i disturbi del sonno. Una dieta fatta di frutta e verdura di stagione, cibi leggeri e poco grassi, farà bene al tuo sonno e al tuo corpo! Ricorda però di mangiare almeno due o tre ore prima di andare a dormire. Così quando arriverà il momento di metterti a letto il tuo organismo avrà digerito per bene la cena.

Consigli utili: come migliorare il sonno

Il primo passo quindi è correggere lo stile di vita e l’alimentazione. Dopo questi cambiamenti potrai notare i primi miglioramenti. Può capitare però che questo non sia sufficiente, soprattutto all’inizio. Per questo ti consigliamo alcuni rimedi naturali che possono aiutarti nell’arduo compito di riuscire a riposare per un’intera notte e svegliarti la mattina riposato.

I rimedi fitoterapici si rivelano un aiuto fondamentale per curare disturbi di varia natura. E mostrano ottimi risultati anche quando impiegati per risolvere problemi legati al sonno.

In questo sono un valido sostegno gli integratori che, nelle diverse composizioni, possono facilitare il sonno e permetterti di dormire senza continui risvegli improvvisi. I formatti più diffusi sono quelli in gocce, più pratici da assumere e ricchi di estratti naturali, oppure in pastiglie, che intervengono sia suoi disturbi del sonno che sulle alterazioni dell’umore.

La nostra farmacia online offre numerose soluzioni per prevenire e curare i disturbi del sonno. Si tratta di rimedi fitoterapici naturali che permettono di donare una sensazione di benessere all’intero organismo. Visita il nostro catalogo online dedicato al sonno… inizia a dormire bene da questa notte!