Quali sono le cause della stitichezza

Quali sono le cause della stitichezza - Clickfarma

Quali sono le cause della stitichezza – Clickfarma

Chi non ha mai sofferto di stitichezza? Si tratta di uno dei disturbi gastrointestinali più diffusi, che interessa gran parte della popolazione mondiale. A soffrirne sono in particolare le donne, gli over 65, le gestanti (spesso anche dopo il parto) e chi ha subito interventi chirurgici.

La stitichezza corrisponde a un disturbo della defecazione e si riferisce quindi alla difficoltà di svuotare l’intestino espellendo le feci presenti al suo interno.

La frequenza fisiologica varia molto da un individuo ad un altro e dipende da numerosi fattori: sesso, età, alimentazione e stile di vita. È considerata normale una frequenza che va dalle tre volte a settimana ad almeno una volta al giorno. Per alcuni può essere normale andare anche più volte al giorno.

Il problema insorge quando non si è regolari e si fa fatica ad andare di corpo: ma quali possono essere le cause di questo problema di salute? Scopriamolo subito.

Quali sono le cause della stitichezza?

La stipsi non è una malattia, bensì un sintomo che si manifesta spesso in seguito ad una scorretta alimentazione. Si tratta solitamente di una situazione temporanea e in questi casi non è da considerarsi di grave entità. Quando diventa un evento cronico è bene iniziare a sospettare una causa di fondo più grave. In questi casi poi, si possono manifestare ulteriori disturbi come ad esempio le emorroidi.

In un precedente articolo ti abbiamo spiegato i metodi migliori per curarle e prevenirle.

Per riuscire a superare questa fase è importante capire le cause che hanno portato al manifestarsi del disturbo. Solo così diventa possibile alleviare il sintomo e prevenirlo in futuro.

Sono numerose le cause della stitichezza, tra le principali troviamo:

  • Mancanza di fibre nell’alimentazione: una dieta povera di fibre aumenta la probabilità di soffrire di costipazione. Queste sostante, contenute in frutta e verdura, aiutano a rendere più morbida la consistenza delle feci che, così, risultano essere più semplici da espellere.
  • Dieta ricca di grassi: un’alimentazione composta da molti cibi grassi, come formaggi, uova, frutta secca, cibi fritti, è tra le principali cause di stitichezza. Ridurre la loro assunzione farà bene al tuo intestino e in generale al tuo corpo.
  • Disidratazione: bere poca acqua può rendere le feci troppo dure e difficili da espellere. Assumi più acqua e succhi di frutta per facilitare il processo di espulsione, e rendere le feci più fluide e quindi più facili da espellere. In caso di disidratazione il corpo potrebbe non essere in grado di liberarsi della quantità di acqua che assumi, per superare il disturbo di stitichezza. Stai attento alla ritenzione idrica!
  • Mancanza di attività fisica: la carenza di attività fisica comporta un’aumento della probabilità di soffrire di stipsi. Anche se non si conosce bene il collegamento tra i due fenomeni, svolgere una qualsiasi attività fisica migliorerà sicuramente il tuo disturbo intestinale.
  • Cambiamenti nella routine quotidiana: quando si modifica velocemente lo stile di vita abituale, il corpo può risentirne e manifestarlo con questo particolare sintomo.
  • Farmaci: l’assunzione di alcuni farmaci può causare stitichezza. È il caso ad esempio di antidolorifici, antispastici, diuretici, per la pressione, antidepressivi e integratori per il ferro.
  • Abuso di lassativi: assumere troppi lassativi, pensando di soffrire del disturbo anche quando non è così, può portare l’organismo a sviluppare dipendenza e assuefazione, per cui sarà necessario aumentare la dose per continuare sentirne gli effetti.
  • Malattie e disturbi specifici: alcune patologie come sclerosi multipla, morbo di Parkinson, lesioni del midollo spinale, ictus e disturbi neurologici, rallentano il percorso delle feci all’interno dell’intestino causando stitichezza.
  • Patologie metaboliche e endocrine: questa tipologia di malattie colpiscono l’intero organismo incidendo anche sulle funzionalità dell’intestino. È il caso ad esempio di diabete, dell’uremia, dell’ipercalcemia e dell’ipotiroidismo.
  • Problemi al colon e al retto: alcune patologie riducono lo spazio nell’organismo dedicato all’intestino, schiacciandolo fino a provocare lo stato di costipazione.
  • Problemi di funzionalità intestinale: nei casi di costipazione idiopatica il sintomo si cura seguendo una normale terapia. Quando si tratta di stitichezza funzionale, l’intestino è sano ma funziona male. Generalmente si verifica con uno stile di vita non sano e un’alimentazione sbagliata.
  • Sindrome del colon irritabile: tra i sintomi di questa patologia rientra anche la stitichezza. É importante riconoscere questi importanti segnali per trovare subito la terapia adatta. Per esempio, un’alimentazione costituita da cibi troppo pesanti da digerire, unita a stress e ansia, sono alla base della patologia.Vuoi approfondire questo argomento? Vai alla scheda sulla COLITE!

Rimedi contro la stitichezza

La prima cosa da fare è andare dal tuo medico per conoscere qual è la causa del disturbo. La terapia sarà diversa in base alla motivazione che ha portato al manifestarsi del problema.

Solitamente la cura è abbastanza semplice. È sufficiente fare delle modifiche alla dieta e allo stile di vita per iniziare a vedere i primi miglioramenti.

Mangia alimenti che contengono molte fibre:

  • legumi
  • crusca e cereali integrali
  • frutta fresca
  • verdura (in particolare gli asparagi, le carote e i cavoli)

Migliora il tuo stile di vita. Fare esercizio fisico ogni giorno, bere molta acqua e assumere alimenti che ne contengono una certa quantità, ti aiuterà a prevenire la costipazione.

Se i rimedi che ti abbiamo appena indicato non dovessero funzionare probabilmente è il momento di assumere lassativi e integratori naturali. In poco tempo ti aiuteranno a risolvere il problema.

Quale lassativo scegliere?

In commercio ne esistono di diverse marche e composizioni. A seconda della necessità e delle difficoltà riscontrate.

Ti consigliamo ti assumere farmaci che vanno ad agire direttamente sulla zona interessata. È il caso ad esempio delle supposte e delle soluzioni monodose.

Ti consigliamo due prodotti che puoi trovare nella nostra farmacia online!

  • Le supposte GLICEROLO Sella sono particolarmente indicate per alleviare i sintomi legati alla stitichezza occasionale. Sono adatte sia agli adulti, con dosaggio 2250 mg, che ai bambini, con dosaggio 1375 mg. Il principio attivo del glicerolo, il sodio stearato e bicarbonato agiscono efficacemente sul sintomo.
  • In alternativa potresti utilizzare la soluzione liquida GLICEROLO NOVA ARGENTIA, che contiene principalmente estratti naturali come la camomilla, l’amido di frumento e la malva, che alleviano notevolmente il disturbo. Si tratta di un trattamento di breve durata e da utilizzare nei casi di stipsi occasionale, senza abusarne.

Hai consultato il tuo medico e ti ha prescritto un prodotto specifico? Vuoi acquistare online il rimedio che hai già testato con successo?

Controlla il catalogo online di Clickfarma e scegli tra i prodotti dedicati all’intestino quello più giusto per te!