Acido silicico: cosa è e a cosa serve

Acido silicico

Acido silicico

Quali sono i prodotti naturali che rafforzano la nostra struttura ossea?

Questa è una domanda che sentiamo spesso e oggi vogliamo dare qualche consiglio a chi legge il nostro blog: insomma ti parliamo dell’acido silicico, informati circa il suo uso e i suoi benefici per la salute.

Non lo conosci? Benissimo, è arrivato il momento di colmare questa lacuna e trovare un nuovo alleato per la salute delle tue ossa

Acido silicico: formula e caratteristiche

L’acido Silicico è un acido del Silicio (Si) presente in natura in forme chimiche differenti. Questa sostanza è formata da Silicio, Idrogeno e Ossigeno. La sua formula è questa [SiOx(OH)4-2x]

Esistono diversi composti che appartengono a questa classe di sostanze:

  • acido metasilicico (H2SiO3)
  • acido disilicico (H2Si2O5)
  • acido pentaidrosilicico (H10Si2O9)
  • acido pirosilicico (H6Si2O7)
  • acido ortosilicico (H4SiO4)

La più diffusa e utile per l’uomo è l’acido orto-silicico presente nel Miglio, nell’Equiseto ed in altre piante officinali.

Questa sostanza venne usata fin dall’antichità per curare diverse patologie legate alle ossa come l’osteoporosi, ma anche per rafforzare unghie, denti e capelli, e per rendere più tonica la pelle.

Ecco come si presenta:

Acido Silicico

Acido Silicico – Fonte: Wikipedia

Esistono delle situazioni o dei segnali che possono comunicarci che il nostro organismo ha carenza di Silicio?

Certamente ed in questi casi occorre integrare la sostanza con un’alimentazione giusta.

Vediamo quali sono i sintomi da tenere in considerazione.

Carenza di Acido Silicico: quali sono i sintomi?

Il nostro organismo utilizza il Silicio in tante situazioni e la sua carenza potrebbe essere manifestarsi in diversi modi. Ecco i sintomi più evidenti di tale mancanza:

  • Unghie fragili e che si spezzano facilmente;
  • Capelli opachi, spenti, che cadono;
  • Capelli stopposi e secchi;
  • Pelle spenta e avvizzita;
  • Vene varicose;
  • Cellulite e pelle a buccia d’arancia;
  • Crampi e stiramenti frequenti;
  • Predisposizione all’insorgenza di infezioni;
  • Ritardata guarigione da ferite e lesioni della pelle;
  • Denti che si spezzano facilmente.

Questi sono i segnali da tenere in considerazione, in tutti questi casi occorre rivolgersi al medico che potrà dare una diagnosi esatta e consigliare la terapia migliore.

L’acido silicico, una volta assunto, può avere risultati molto positivi: i capelli appaiono subito sani; le unghie più forti e anche la pelle è visibilmente più radiosa e idratata.

Ma l’acido silicico interviene anche nella prevenzione e cura di patologie più gravi come l’osteoporosi.

Come funziona l’acido silicico per l’osteoporosi

Questo prodotto è usato come utile rimedio contro l’osteoporosi, una patologia che danneggia le ossa rendendole più fragili ed esposte a fratture.

Questo problema insorge in diversi casi ma è particolarmente diffuso nelle donne in menopausa, quando viene prodotta una minore dose di estrogeni provocando una riduzione della densità ossea.

Grazie a un recente studio si è scoperto che assumere acido silicico stimola la produzione di collagene, una proteina capace di rafforzare le ossa.

L’acido silicico contribuisce alla mineralizzazione delle ossa anche prima dell’insorgenza della malattia ed è per questo che ha un ruolo importante anche durante la fase di prevenzione. La sua azione è sicuramente maggiore in associazione con Calcio e Vitamina D, perciò consigliamo sempre di scegliere integratori alimentari che agiscano grazie all’associazione di questi tre elementi.

Nella nostra farmacia online trovi un’ampia offerta di Integratori alimentari che contribuiscono al rafforzamento delle ossa.

L’acido silicico è particolarmente consigliato per gli anziani.

La sua presenza di nel nostro organismo dipende anche dall’età: le cellule di una persona giovane, under 20, contengono fino al 34% di acido silicico in più rispetto all’organismo di una persona anziana.

Le rughe, così come il tessuto cadente e flaccido sono delle conseguenze dirette della scarsa produzione di Silicio.

Come si assume il Silicio?

Il Silicio è presente sul mercato sotto forma di integratore alimentare o in polvere. Si può assumere alla mattina insieme ad un bicchiere d’acqua.

Esistono degli integratori che usano l’acido silicico come elemento base per il loro funzionamento e questi sono il Lacteol e il Morelac, due prodotti che grazie all’acido silicico possono risolvere diversi problemi all’apparato gastrointestinale.

La dose consigliata è di 15 ml al giorno da assumere preferibilmente lontano dai pasti. Consigliamo di bere molta acqua nel periodo in cui si assume il prodotto, ciò ne faciliterà l’assorbimento.

Non ha particolari controindicazioni anche se prima di assumerlo è fondamentale avere la conferma dal medico, inoltre è meglio non darlo ai bambini e non usarlo per un periodo maggiore di tre mesi.

Insomma, si tratta di un prodotto importante ma allo stesso tempo non bisogna abusarne ed occorre assumerlo solo quando è necessario.