Quali sono le cause del colesterolo alto

Cibi che causano colesterolo alto

Cibi che causano colesterolo alto

Uova, formaggi, alimenti ipercalorici e particolarmente pesanti: se da una parte queste prelibatezze possono farci felici riempiendo il nostro stomaco, dall’altro rappresentano un rischio per la nostra salute.

Questi cibi infatti contengono grosse dosi di colesterolo che, a lungo andare può provocare nel nostro organismo problemi importanti: da patologie del sistema cardiovascolare ad infarto.

Per evitare spiacevoli situazioni è opportuno tenere sotto controllo i trigliceridi: farlo non è difficile, dobbiamo solo comprendere quali sono le principali cause del colesterolo alto!

Rischi del colesterolo: quali sono?

Il colesterolo, contrariamente a quanto si pensi è un grasso prodotto dal nostro organismo e che viene sfruttato positivamente in tante funzionalità del corpo. Per esempio ha un ruolo importante per la sintesi della Vitamina D e ci aiuta a mantenere le ossa forti e sane, oltre a consentire la produzione degli ormoni maschili e femminili.

Il colesterolo è presente nel corpo in due forme:

  • Colesterolo LDL viene chiamato colesterolo cattivo perché tende ad accumularsi e posizionarsi nelle arterie, impedendo al sangue di fluire. L’ostruzione provoca problemi cardiovascolari di diverso tipo.
  • Colesterolo HDL è invece quello buono, viene definito “spazzino delle arterie” perché preleva quello cattivo per trasportarlo al fegato, da dove viene espulso dall’organismo.

In un articolo precedente abbiamo approfondito l’argomento, illustrando come tenere il colesterolo sotto controllo.

Esistono dei soggetti maggiormente predisposti al colesterolo alto. Vediamo chi rischia e quindi deve avere maggiore attenzione, modificando la dieta e facendo movimento.

Cause del colesterolo alto: chi rischia di più?

Il problema del colesterolo è piuttosto diffuso nei paesi Occidentali, dove le persone conducono uno stile di vita sedentario e seguono diete scorrette e ricche di grassi.

Nell’innalzamento del colesterolo non si devono sottovalutare le cause genetiche.
L’ipercolesterolemia familiare è il risultato di un’alterazione genetica: il gene LDL può modificarsi generazione dopo generazione, causando l’innalzamento del colesterolo cattivo nel sangue.

Un altro gene coinvolto è quello LPL dove l’enzima lipoprotein lipasi, un enzima usato per le funzionalità cardiache e muscolari. Il suo cattivo funzionamento può causare l’aumento del colesterolo cattivo.

Anche l’insulino-resistenza dipende dalla familiarità e avviene quando le cellule non rispondono (o rispondono in modo meno sensibile) all’azione dell’insulina. Questo provoca alti livelli di glicemia post-prandiale. Ciò contribuisce alla produzione di colesterolo a partire dal fegato.

Questi dati ci dimostrano che è fondamentale tenere sotto controllo i livelli di colesterolo anche nei bambini, poiché questi problemi si possono notare fin dalla più tenera età. Per analizzare la situazione è necessario fare delle analisi del sangue.

Può essere utile anche effettuare regolarmente un controllo della pressione: lo strumento da usare è lo sfigmomanometro, di cui abbiamo parlato in un articolo precedente.

Un modo per migliorare la situazione è quello di intervenire sulla dieta.

Quali sono i cibi che causano colesterolo alto?

Ecco 10 alimenti che possono causare l’aumento del colesterolo:

  • Carni grasse e insaccati: quando si parla di carne è necessario suddividerla tra carni magre e bianche e quelle rosse e più grasse. Esistono poi gli insaccati come salame o il prosciutto: è necessario preferire quelli in cui è possibile rimuovere la parte grassa.
  • Condimenti con prodotti animali: dal lardo alla margarina.
  • Interiora come fegato o reni hanno un elevato contenuto di colesterolo.
  • Latte intero, yogurt non scremato sono sicuramente da evitare. Meglio optare per latte di origine vegetale, dalla soia al riso.
  • Formaggi: quelli stagionati sono da preferire a quelli freschi.
  • Oli vegetali: preferire quello di riso, arachidi o cocco. Limitare l’uso dell’olio di palma o d’oliva.
  • Uova: sono da assumere saltuariamente.
  • Avocado e noce di cocco.
  • Caffè: limitare ad un caffè al giorno. Tutto dipende dalla qualità del prodotto!
  • Anche i cibi da fast food hanno una quantità di colesterolo veramente eccessiva per chi è a rischio.

Un aiuto per la riduzione del colesterolo può essere dato da diversi prodotti: noi ti consigliamo Multicentrum Cardio, un integratore alimentare multivitaminico con steroli vegetali che mantengono livelli sani di colesterolo nel sangue.

Anche Cardiosteril un integratore alimentare con coenzima Q10 e aglio per prevenire problemi cardiovascolari e mantenere in salute il sistema cardiovascolare.

Se cerchi prodotti per mantenere il tuo colesterolo ai livelli normali ti consigliamo di sfogliare il catalogo della nostra farmacia online: per te integratori alimentari, prodotti di ogni tipo per la salute del tuo cuore!