A cosa serve la curva glicemica

Crva glicemica

Curva glicemica

La curva glicemica o curva da carico orale di glucosio è un’analisi che può fornire indicazioni riguardanti la capacità dell’organismo di metabolizzare correttamente il glucosio.

Questo esame si effettua quando un paziente è a rischio di diabete e manifesta alcuni indizi che possono ricondurre all’insorgenza della malattia.

La curva glicemica in gravidanza è un esame di prassi e permette alla futura mamma di assicurarsi del benessere proprio e del feto.

Vediamo a cosa serve questa analisi e quali sono i valori della curva glicemica che si possono riscontrare dopo l’esame in questione. 

Cos’è la curva glicemica?

Il test si effettua per via orale e infatti è chiamato anche OGTT (Oral Glucose Tolerance Test) o curva da carico orale di glucosio.

Questo esame viene fatto a digiuno, è necessario non mangiare dalle 8 alle 14 ore prima. Durante il digiuno si può bere solo acqua.

Le analisi sono effettuate alla mattina e comprendono diverse fasi:

  • Il primo è un prelievo basale che determina il tempo 0: viene controllato in laboratorio e se la glicemia è minore di 126 mg/dL si somministra la prima dose di glucosio, ovvero un bicchiere contenente 75 gr di glucosio e 500 mL di acqua da ingerire tutta in cinque minuti massimo.
  • In un secondo momento si iniziano i prelievi del sangue, se ne eseguono due a distanza di due ore a partire dal prelievo basale (tempo 0).Ma si può effettuare anche in cinque tempi, in questo caso si farà un prelievo ogni mezz’ora e fino al raggiungimento di due ore.

Nel tempo che intercorre i diversi prelievi il paziente non deve muoversi per evitare di usare gli zuccheri ingeriti e avere quindi analisi alterate.

Di solito insieme a questo test viene fatto quello che calcola l’insulina nel sangue, chiamato insulinemia, con gli stessi tempi del precedente.

Questo test aiuta a capire come cambia il metabolismo del glucosio da quando si è a digiuno al momento successivo alla sua assunzione.

In base ai valori della glicemia verrà data la diagnosi.

Curva glicemica: valori di riferimento

I valori della curva glicemica sono stati impostati in seguito a numerosi studi e ricerche da parte dell’Associazione Americana dei Diabetici insieme all’Organizzazione Mondiale della Sanità.

  • Valori normali: in questo caso la glicemia a digiuno è di 110 mg/dL e dopo due ore dal tempo 0 non supera i 140 mg/dL.
  • Valori alterati: la glicemia basale è compresa da 110 a 126 mg/dL, dopo due ore è inferiore a 140 mg/dL.
  • Valori ridotti: i valori nel tempo 0 sono sotto i 126 mg/dL, successivamente sono tra i 140 e i 200 mg/dL.
  • Ipoglicemia: in questo caso i valori non superano i 60 mg/dL.
  • Siamo in presenza di diabete quando a digiuno i valori della glicemia sono sopra i 126 mg/dL e due ore dopo maggiori  di 200 mg/dL.

I valori della curva glicemica in gravidanza subiscono delle variazioni. In questi casi si parla di rischio di diabete gestazionale.

Curva glicemica in gravidanza: i valori di riferimento

Questa patologia viene diagnosticata quando i valori della glicemia nel primo prelievo effettuato a digiuno sono superiori a 92 mg/dL, mentre nel prelievo effettuato un’ora dopo sono maggiori di 180 mg/dL e due ore dopo superano i 153 mg/dL.

I valori della curva glicemica gestazionale variano da Regione a Regione: ogni territorio ha dei parametri diversi per calcolare il rischio di diabete gestazionale.

Questo esame deve essere eseguito tra la 24° e la 28° settimana di gravidanza.

In alcuni casi gli esami offrono risultati non corretti, siamo in caso di curva glicemia falsa positiva o negativa.

Cosa determina questa alterazione?

Curva glicemica e valori alterati

I valori della curva glicemica non sono esatti o danno un risultato piatto e fuori da ogni logica? Siamo in presenta di curva glicemica falsa positiva o negativa.

Quando si nota questo problema? Ecco i casi più comuni:

  • Ipotiroidismo
  • Infezione in corso
  • Se si assumono farmaci che alterano l’assorbimento del glucosio: per esempio gli antipertensivi, alcuni antibiotici e antiaritmici.

Per questi motivi è necessario effettuare l’esame solo quando si è in completa salute e non si assumono farmaci o altri prodotti che possono interferire con i risultati. Pensiamo sia fondamentale chiedere un parere medico prima di effettuare un’analisi di questo tipo.

Quando fare la curva glicemia?

La curva da carico si esegue quando una persona risente di alcuni sintomi del diabete.

I soggetti a rischio sono:

  • Chi soffre di obesità: in questo caso c’è il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.
  • Chi soffre di ipercolesterolemia
  • Chi soffre di crisi ipoglicemiche
  • Donne con poliabortività: gli aborti possono dipendere da eventuali problemi di metabolismo
  • Donne con ovaio policistico: questa patologia causa iperglicemia e cattivo metabolismo dei carboidrati.

Questo esame può essere effettuato anche a casa con un normale misuratore di glicemia, in questo caso però i risultati sono solo approssimativi per avere un risultato esatto è necessario affidarsi ad un laboratorio analisi.

Nella nostra farmacia online trovi una vasta scelta di prodotti per diabetici.