A cosa serve il test di ovulazione

Come fare il test di ovulazione

Come fare il test di ovulazione

Il test dell’ovulazione è un esame di autodiagnosi che permette alle donne di conoscere il periodo più indicato per il concepimento di un figlio.

I giorni dell’ovulazione sono infatti quelli più fertili del ciclo e perciò la donna ha più probabilità di rimanere incinta. Nella maggior parte dei casi questo test viene usato da chi è alla ricerca di una gravidanze e vuole, quindi, avere un bambino.

Vediamo come funziona il test dell’ovulazione.

Cos’è il test dell’ovulazione e come funziona

Esistono tante tecniche per capire quali sono i giorni più fertili del mese, tra queste il test di ovulazione è quello che può offrire risultati più attendibili.

Il mercato offre sostanzialmente due tipologie di test di ovulazione:

  1. Il primo serve a individuare l’aumento dell’ormone luteinizzante (LH) secreto dall’adenoipofisi e che, insieme alla prolattina stimola sia l’ovulazione che la trasformazione del follicolo ovarico in corpo luteo e quindi la sopravvivenza dell’uovo fecondato. La secrezione di LH ha infatti un picco proprio durante l’ovulazione: i test riescono a individuare e comunicare la presenza dell’ormone e quindi trasmettono che è in corso l’ovulazione e il periodo di maggior fertilità della donna.Il test di ovulazione Clearblue Digit Ovulation Test è un prodotto che si basa proprio su questo metodo, ovvero è in grado di individuare la presenza di LH e comunicare il due giorni migliori per il concepimento.
  2. Un’altra tipologia di prodotto è progettata per individuare la secrezione di LH associata all’estradiolo (ormone estrogeno prodotto dalle ovaie) che provoca l’aumento della ghiandola mammaria.Il test Persona Sistema tramite un esame delle urine da fare tranquillamente a casa riesce a registrare l’aumento dei livelli di LH ed estradiolo comunicando i giorni in cui si è ad alto o a basso rischio di gravidanza. Viene usato come contraccettivo, tuttavia può essere utile anche a chi è alla ricerca di una gravidanza. I giorni verdi sono quelli in cui è meno probabile rimanere incinta pur avendo rapporti senza protezione, mentre i giorni rossi sono quelli in cui è la gravidanza è più probabile.

I test devono essere utilizzati in base alla durata del proprio ciclo mestruale. Se il ciclo è di 28 il test deve essere eseguito dal nono giorno a partire dal primo giorno di mestruazioni. Solitamente l’ovulazione è compresa tra i 10 ai 15 giorni dopo l’inizio delle mestruazioni.

Il giorno più fertile arriva dopo 36 ore dall’aumento della produzione di LH e la massima fertilità dura 17 ore a partire dal picco di LH. I rapporti mirati possono essere fatti nei due giorni in cui aumenta l’LH.

Come si fa un test di ovulazione?

I test devono essere fatti durante la prima urina del mattino, perchè è quella che risulta più concentrata e utile per il test. Occorre bagnare lo stick, tapparlo e attendere il risultato che arriverà dopo qualche minuto. Se il test è positivo significa che è presente un alto livello di ormoni LH o LH con estradiolo ed è in corso l’ovulazione; se è negativo occorre attendere perchè significa che gli ormoni non sono presenti e quindi non si è in periodo fertile.

Anche se i test possono offrire buone possibilità di concepire, non è detto che un risultato positivo porti ad una gravidanza sicura. Esistono tanti fattori che contribuiscono al concepimento, tra cui la fertilità maschile. Inoltre, accanto ai test è opportuno avere una buona vita sessuale, serena e rilassante, lontana dall’ansia da concepimento che limita il sesso esclusivamente ai giorni fertili. Avere rapporti sessuali anche durante i periodi non fertili contribuisce all’aumento di ossitocina, un ormone che oltre a rilassare, provoca l’aumento degli ormoni della fertilità. Anche eseguire uno sport in modo costante può essere utile, perchè migliora la secrezione di ormoni della fertilità.

Esistono altri modi per capire se si è in periodo fertile: se vuoi scoprirli ti invitiamo a leggere un nostro precedente articolo.

Anche la tecnologia ci può venire in aiuto: vediamo quali sono le App che aiutano a monitorare meglio le varie fasi del ciclo mestruale e tenere sotto controllo il periodo fertile.

Non solo test di ovulazione: le app per il periodo fertile

Ormai esiste un’app per ogni esigenza e naturalmente non ne possono mancare per tenere sotto controllo il periodo fertile e, più in generale, il ciclo mestruale.

Vogliamo consigliare a chi ci legge quelle che ci sembrano più utili ed efficaci:

  • Il Mio Calendario Mestruale è un’applicazione disponibile per Android. Permette di monitorare tutti i giorni del ciclo mestruale, ovulazione inclusa. Il suo design chiaro e d’impatto e l’architettura ben organizzata e molto chiara le permettono di essere usata e compresa da tutte in modo veloce e pratico. Inoltre, è possibile inserire degli appunti in ogni giornata, emoticon con lo stato d’animo, il peso corporeo e ogni giorno indica qual è la probabilità della gravidanza.
  • Periodo Fertile è un’app per sistemi iOS (quindi iPhone e iPad) e si può scaricare facilmente da iTunes. Questa applicazione è pensata per le donne che ricercano una gravidanza perchè permette di conoscere il periodo fertile calcolando la temperatura basale quotidiana. Inoltre è utile per le donne incinta perchè costituisce un utile calendario della gravidanza.Dal nostro blog: scopri come gestire la gravidanza mese dopo mese!

Con questi consigli speriamo che le donne che desiderano concepire un bimbo sentano presto la cicogna bussare! :-)