A cosa servono i doppler fetali e quando vengono utilizzati

Donna in attesa

Donna in attesa

La gravidanza è uno dei momenti più belli di una donna, ma anche quello più delicato: è necessario infatti monitorare le condizioni di vita del bambino ancora quando è all’interno della placenta per assicurarsi che stia bene e si sviluppi secondo la norma.

Ma come possiamo comprendere che il bambino è sereno in questi casi? Fortunatamente la scienza e la tecnica hanno fatto passi da gigante, anche in questo frangente: esistono degli apparecchi in grado di calcolare la circolazione sanguigna del feto e nella placenta.

Questo strumento è chiamato doppler fetale e viene usato per ottenere la cosiddetta flussimetria. Se sei in attesa devi conoscere bene questa possibilità, che diventa un esame di prassi negli ultimi mesi della gravidanza. Vediamo a cosa serve il doppler fetale e come si utilizza.

Come si esegue la flussimetria?

La flussimetria si inizia rilevando, tramite ecografia, il vaso sanguigno da monitorare. Le possibilità sono tante:

  • arterie uterine che trasportano il sangue dall’utero o dalla placenta al bambino
  • arterie dell’ombelico che permettono al sangue di fluire verso la placenta grazie al cordone
  • arteria cerebrale del feto che permette il passaggio del sangue fino al cuore del piccolo

Il segnale doppler è costituito da ultrasuoni: viene inviato al vaso sanguigno e poi ritorna indietro facendo un rumore diverso che permette di capire se sta funzionando bene o male.

Se sei un medico ginecologo e vuoi dotare il tuo studio di questo importante strumento nella nostra farmacia online trovi una vasta offerta di doppler fetali per tutelare la salute delle tue pazienti.

Raccomandiamo di tutelare la propria salute e quella del bambino durante tutta la gestazione, solo in questo modo si può arrivare agli ultimi mesi in forze: per informarti meglio su come affrontare ogni momento della gravidanza, ti consigliamo di leggere un nostro precedente articolo!

Quando viene usato il doppler fetale?

Il macchinario viene usato in diversi casi ed in particolare quando il feto, arrivato agli ultimi mesi di gestazione inizia a rallentare la sua crescita o è in procinto di nascere.

Analizziamo i casi in cui è meglio ricorrere alla flussimetria:

  • Quando il feto presenta un rallentamento del suo normale sviluppo, ovvero non cresce come dovrebbe. In questi casi bisogna accertarsi che l’apporto di ossigeno sia regolare insieme a quello delle sostanze nutritive che ne assicurano la normale crescita. Se per esempio il doppler, cioè il segnale di lettura eseguito sulle arterie uterine e ombelicali è anomalo significa che la placenta non sta trasportando i nutrienti nel giusto modo e il feto ha delle carenze. In questi casi si può valutare di anticipare il parto.
  • Un altro motivo per fare la flussimetria è quello di controllare eventuale malformazioni del feto. Per esempio, la flussimetria dell’arteria cerebrale si usa quando siamo in presenza di anemia fetale; mentre quella del dotto venoso si esegue per riscontrare malformazioni cardiache.
  • Per controllare il rischio di gestosi o preeclampsia, una complicazione della gravidanza che coinvolge mamma e bambino. Segnali d’allarme sono sicuramente la pressione alta, proteine nelle urine e che si manifesta dalla ventesima settimana di gravidanza. La preeclampsia coinvolge il funzionamento dei reni della gestante, ma anche il fegato e il cervello. Questa patologia può causare crisi epilettiche, che sono la seconda causa di morte materna negli Stati Uniti. Non esistono modi per prevenire la gestori nè terapie che funzionano e le donne che la contraggono devono tenere attentamente sotto controllo le condizioni di vita del feto con la flussimetria.

Questa condizione può essere molto preoccupante ma è totalmente vietato ricorrere a cure mediche fai da te perché i medicinali in gravidanza possono avere un effetto teratogeno, danneggiare cioè la salute della donna e del bambino portando a complicanze e, a volte, anche alla morte del feto.

Per monitorare la tua gravidanza abbiamo creato per te un elenco di app per il tuo pancione che possono accompagnarti mese dopo mese!

Ti invitiamo ad approfondire un argomento molto importante, cioè l’uso di farmaci in gravidanza: scopri che cosa sono i farmaci teratogeni e perché possono essere molto pericolosi.

Vuoi prenderti cura del tuo corpo durante la gravidanza? Nella nostra farmacia trovi un’ampia gamma di prodotti per ogni tua necessità, consulta subito il catalogo dedicato a tutte le future mamme!