Cosa sono gli alimenti funzionali e a cosa servono

Mangiare con alimenti funzionali

Mangiare con alimenti funzionali

Lo scopo principale dell’alimentazione è quello di introdurre nel nostro organismo i nutrienti necessari per condurre una vita normale e serena.

Ma sapevi che esistono tanti cibi che hanno un effetto positivo anche sulla nostra salute? Sono prodotti che assumiamo quotidianamente, come il pomodoro, le noci, lo yogurt o la verdura e prendono il nome di alimenti funzionali.

Per esempio, il latte materno è un alimento funzionale per il neonato perché oltre a nutrirlo, gli permette di rafforzare le sue difese immunitarie.

Vediamo nel dettaglio a cosa servono i prodotti funzionali.

Alimenti nutraceutici o funzionali: cosa sono?

Il termine nutraceutica è l’unione di due sostantivi “nutrizione” e “farmaceutica”. Questa disciplina studia le proprietà benefiche per la salute presentate da molti alimenti.

Questi cibi prendono tanti nomi: alimenti funzionali, nutraceutici, pharma food e farmalimenti.

Per essere precisi, quando si parla di alimenti nutraceutici si fa riferimento ad un determinato elemento con proprietà mediche presente dentro gli alimenti; mentre con il termine “funzionale” ci si riferisce all’intero alimento che influisce positivamente sulla salute.

Quali sono gli alimenti funzionali?

Queste sostanze estratte da alimenti naturali, piante e micro organismi agiscono sul corpo come vere e proprie medicine, svolgendo diverse azioni: dai cibi antiossidanti e probiotici, alle vitamine e i polinsaturi come l’Omega-3.

Vengono usati spesso da soli o in associazione a terapia farmacologica per prevenire e curare disturbi di salute e malattie recidive.

Vengono assunti durante la normale dieta quotidiana anche sotto forma di integratori alimentari. Alcuni alimenti vengono arricchiti con principi attivi di ogni genere, per esempio, al latte viene aggiunta la Vitamina D.

Frutta nutraceutica

Frutta nutraceutica

Ecco una lista degli alimenti funzionali e nutraceutici più conosciuti:

  • Uva rossa: in essa è presente il resveratrolo, un potente antiossidante
  • Broccoli, prevengono i tumori
  • Salmone e noci, contengono Omega 3, in grado di abbassare i trigliceridi e svolgere attività anti-trombotica.
  • Il tofu e il latte di soia contrastano il colesterolo cattivo e respingono il tumore al seno, grazie alla presenza di isoflavoni.
  • Gli spinaci e i legumi sono una preziosa fonte di acido folico, utile per lo sviluppo neuropsichico e la nascita di globuli rossi e la sintesi del DNA
  • Le arance e le verdure a foglia verde contengono acido ascorbico che aiuta a combattere i radicali liberi e sostiene la sintesi degli aminoacidi, del collagene e degli ormoni.
  • Il pomodoro è un vero e proprio frutto dalle proprietà curative: grazie ad una sostanza presente nella buccia e nella sua polpa, chiamata licopene, previene patologie cardiovascolari e neuro degenerative oltre a svolgere un’azione antiossidante.
  • Ma anche nei fagioli, nella crusca e nel pane integrale possiamo trovare alleati della nostra salute. La fibra infatti migliora il transito intestinale e protegge questo importante organo da patologie degenerative.
  • All’interno dello yogurt sono presenti dei batteri in grado di equilibrare la flora intestinale.

Una dieta equilibrata, dove sono introdotti questi alimenti, è in gravo di prevenire e combattere numerose malattie.

Alimenti nutraceutici

Alimenti nutraceutici

Come si caratterizzano i prodotti funzionali?

Questi alimenti per essere considerati nutraceutici o funzionali devono essere in possesso di determinate caratteristiche: devono poter essere facilmente trovati ed inseriti nella dieta quotidiana. Si tratta di cibi di uso comune, da acquistare ovunque.

Questi cibi possiedono, inoltre, un componente benefico che normalmente non è presente in altri alimenti. La presenza delle sostanze benefiche nei cibi deve poter essere provata oggettivamente.

In cosa consiste la prova?

Prima di diffondere le proprietà curative di un alimento è necessaria una prova che possa dimostrare la sua efficacia sulla salute.

La dimostrazione è divisa in diverse fasi:

  1. Statistica: attraverso un’osservazione o un’analisi empirica viene riconosciuta all’alimento una proprietà curativa per le persone: prevenzione di malattie, terapia, miglioramento dello stato psico-fisico e così via.
  2. Confronto: in questa seconda tappa si ricercano altri alimenti che possiedono le medesime proprietà.
  3. Si effettua una ricerca sul campione di alimenti alla ricerca della specifica molecola responsabile dell’attività benefica.

Riscontrare le ripercussioni positive della molecola sulla salute significa dimostrare che l’alimento ha proprietà funzionali.

Avrai notato che nei supermercati si trovano molti alimenti rinforzati con vitamine e minerali, latte con Omega 3, yogurt con steroli vegetali che aiutano a controllare il colesterolo e altre sostanze aggiunte nei cibi. Questa tendenza è molto diffusa negli Stati Uniti ma si sta velocemente espandendo anche in Europa. Questi prodotti prendono il nome di alimenti funzionali arricchiti.

Per destreggiarsi in questa nuova giungla alimentare, la Commissione Europea ha pubblicato una guida in inglese dal titolo “Functional Foods” che permette di approfondire la conoscenza di questi cibi.

Si tratta di un opuscolo che presenta gli alimenti ne evidenzia gli aspetti positivi per la salute, in particolare quelli che aiutano a curare e prevenire le patologie.

Questi prodotti hanno tante potenzialità e il loro uso corretto e ben abbinato nella dieta potrebbe realmente influire positivamente sul nostro stato psico-fisico.

Se vuoi provare i benefici di questi prodotti, nella nostra farmacia online trovi diversi alimenti funzionali adatti a diverse esigenze.