Allergie invernali: quali sono e come combatterle

allergie invernali

Con l’arrivo dei primi freddi invernali, scatta il bisogno di coprirsi con maglioni, piumini, copertine fatte di tessuti pesanti, dalla lana, al cotone caldo e il pile.

Questi tessuti, oltre a fare caldo, sono però un ricettacolo di microbi capaci di portare diverse allergie, in particolare gli acari della polvere che sono i maggiori responsabili delle allergie invernali nei grandi e piccini.

Come si possono combattere questi fastidi stagionali? Ne parliamo oggi, descrivendo tutte le loro caratteristiche e i modi per ritrovare la salute!

Cosa sono le allergie e quali sono quelle più diffuse in inverno?

L’allergia è la conseguenza di una risposta da parte del sistema immunitario quando viene a contatto con una sostanza esterna che reputa pericolosa per l’organismo. Il sistema immunitario in questi casi reagisce producendo istamina in un modo talmente esagerato che si rivela controproducente per il corpo. Può causare in questo modo veri e propri problemi di salute.

Tra i sintomi delle allergie troviamo, infatti, l’arrossamento degli occhi, che può trasformarsi in congiuntivite nei casi più gravi, ma anche la produzione eccessiva di muco, starnuti, prurito alla gola e arrossamenti e dermatiti.

Durante l’inverno le allergie più diffuse sono quelle legate ai pollini o agli acari.

Allergie invernali: attenzione a piante e acari

Quando si parla di allergie autunnali o invernali si fa riferimento specialmente a due tipi di rischio: quello legato ai pollini, che con il vento circolano ancora nell’aria, e quella degli acari della polvere, che si accumulano su maglioni, coperte e altri tessuti tipici invernali.

L’Ambrosia è una pianta che a partire da fine Agosto rilascia nell’aria i suoi pollini. Questo vegetale è originario degli Stati Uniti ed è arrivato fino al nostro Paese anche grazie al vento. Infatti, si è registrato che vicino ai grandi aeroporti internazionali, come quello di Malpensa e Fiumicino, la presenza dei pollini di Ambrosia è più alta, perché i suoi semi viaggiano nelle ruote degli aerei.

Questa pianta provoca disturbi in tante persone, soprattutto coloro che adorano passeggiare in campagna o vivono in zone rurali. Infatti, l’ambrosia è un cespuglio che cresce soprattutto nelle zone incolte, verdi e abbandonate, dove la vegetazione cresce senza controllo.

Tra i sintomi troviamo la rinite, aumento delle secrezioni, prurito alla gola.

Un’altra allergia diffusa durante l’inverno è quella alla muffa. La muffa si crea soprattutto con il freddo e l’umidità perciò è molto diffusa durante l’inverno, quando piove più intensamente e si crea la condensa nell’aria.

Quando le persone sensibili agli allergeni inalano o ingeriscono qualche frammento di muffa, reagiscono con problemi all’apparato respiratorio, che coinvolgono i bronchi e i polmoni. In particolare con l’inalazione di spore di un tipo di muffa chiamato Alternaria si ha l’asma bronchiale.

Le spore di muffa sono più diffuse durante le ore fredde, quindi durante la notte è più facile avere manifestazioni allergiche. La miglior difesa è la prevenzione: bisogna frequentare luoghi asciutti, secchi e caldi; eliminare tutti gli oggetti che potrebbero essere veicolo di allergeni, tra cui alberi e piante ma anche tappeti e tutti i tipi di tappezzeria. Anche le cantine e gli scantinati possono essere stanze dove la muffa si annida e possono essere molto pericolosi.

Se si sta a contatto con questi ambienti per troppo tempo, si rischiano complicazioni del sistema respiratorio.

Un altro elemento molto temuto da tutti i soggetti allergici è l’acaro. Questi piccoli insetti, sopravvivono con la polvere, in particolare dentro coperte, maglioni in lana, tessuti pesanti. Si trovano in tutte le case, nonostante la pulizia ed in particolare sono pericolose durante l’inverno quando si diffondono nell’aria con il vento o con la polvere.

L’allergia agli acari è una delle più diffuse e come le altre, colpisce l’apparato respiratorio, causando riniti allergiche, con continui starnuti e secrezioni di muco eccessive, prurito alla gola e arrossamento degli occhi. Nei casi più gravi può portare all’asma ed emicrania.

Come curare le allergie invernali

Questi disturbi di salute non si possono curare del tutto, ma è possibile tenerli sotto controllo sia con farmaci sia con le buone abitudini.

Innanzitutto ti consigliamo di curare particolarmente l’ambiente in cui vivi tenendolo sempre pulito e libero da sporcizia e polvere, che potrebbero attirare gli acari e anche la muffa. Inoltre, evita di inserire nella tua casa piante rischiose per la tua salute se prima non ti sei accertato di essere allergico.

Il nostro consiglio è quello di rivolgerti ad un bravo allergologo che potrà visitarti e farti fare gli esami utili per scoprire a quale allergene sei sensibile.

Esistono diversi tipi di cure per combattere l’allergia una di queste si chiama l’Allergy shot. Con questa cura viene iniettata una piccola dose di allergene nel paziente, in modo da farlo accettare dall’organismo in modo che il sistema immunitario non reagisca.

I medicinali più diffusi per fermare le reazioni allergiche sono gli antistaminici.

Questo tipo di farmaco contrasta l’effetto dell’istamina, la sostanza rilasciata dal sistema immunitario durante una reazione allergica. Questi medicinali vengono usati per combattere riniti, dermatiti, congiuntiviti ed altri disturbi di origine allergica.
Durante il trattamento di questi sintomi è utile adoperare anche altri prodotti, che possono essere acquistati in farmacia.

Noi ti consigliamo questi:

  • Golamir Spray è uno spray per la gola a base di eucalipto e menta, che allevia e previene le irritazioni della faringe, agendo durante contro le infezioni, i raffreddori e le allergie.
  • Snooreze Spray nasale può liberare e idratare il naso chiuso e irritato dalla rinite di origine allergica. La sua formula ricopre i canali e apre le vie aeree, migliorando il flusso dell’aria.
  • Iridium Garze Sterili sono imbevute di estratti naturali e molto utili per la pulizia dell’occhio arrossato in seguito ad allergie e infiammazioni.

Un’app tutta italiana contro le allergie

Se vuoi avere tutte le informazioni su allergie, pollini e altri rischi per la salute causati dagli allergeni, tieniti aggiornato e proteggi la tua salute con l’app Allergy Control disponibile sia per sistemi iOS che Android.

L’obiettivo di questa applicazione è aiutare chi è allergico a conoscere i rischi presenti nei diversi ambienti, seguire la cura data dall’allergologo e gestire nel migliore dei modi ogni episodio di reazione allergica.