Termoterapia esogena e endogena: di cosa si tratta

Termoterapia endogena esogena

Il calore può svolgere un’azione benefica su tutto l’organismo e per tale motivo viene utilizzato a scopo terapeutico. L’aumento della temperatura ha diversi effetti sul nostro corpo: tutto inizia dalla vasodilatazione per poi arrivare ad un miglioramento della circolazione esteso a tutti i tessuti. L’utilizzo terapeutico delle alte temperatura prende il nome di termoterapia che, a sua volta, si distingue in due tipologie: termoterapia esogena ed endogena.

Cos’è la termoterapia?

Come abbiamo già accennato, la termoterapia prevede l’utilizzo del calore a scopo terapeutico. Se l’alta temperatura proviene da una fonte esterna, come i raggi infrarossi o la paraffina prende il nome di termoterapia esogena, se si produce direttamente all’interno dell’organismo si parla di termoterapia endogena.

Il calore si trasmette a tutti i tessuti dell’organismo e ne modifica il metabolismo, causa la vasodilatazione e il rilassamento dei muscoli contratti. Inoltre, la dilatazione dei vasi sanguigni ha effetti positivi sulla circolazione e l’apporto di ossigeno al sangue e ai tessuti.

La termoterapia è utilizzata per curare contratture muscolari o patologie associate come l’artrosi, lombalgia, cervicale.

Questo trattamento effettua un’azione lenitiva su tutto l’organismo: le terminazioni nervose, grazie alle alte temperature, segnalano al cervello un minore livello di dolore. Inoltre, il calore stimola la produzione di endorfine, sostanze ad effetto analgesico, che riducono la sensazione di dolore.

Vediamo ora nel dettaglio la differenza tra termoterapia endogena ed esogena.

Termoterapia Esogena

Questo tipo di terapia produce calore dai tessuti dell’organismo, attraverso l’utilizzo di paraffina, raggi infrarossi e ultravioletti.

  • Raggi infrarossi vengono impiegati in una specifica parte del corpo e hanno un effetto analgesico. Si usano principalmente per preparare la zona del corpo ad un successivo trattamento di kinesiterapia. Questo metodo ha effetto su contratture muscolari, traumi e artrosi lombare o cervicale. L’aumento di calore favorisce il rilassamento muscolare, un maggiore apporto di sostanze nutritive, ossigeno e anticorpi e l’allontanamento degli agenti patogeni e tossine. In breve tempo, vengono riparati i danni ai tessuti. Gli infrarossi vengono usati anche nei trattamenti di bellezza perché contribuiscono a rilassare e rinnovare i tessuti. Le zone del corpo riscaldate producono un senso di sollievo: il viso e la pelle hanno immediatamente un aspetto più disteso e rilassato. Il tempo di esposizione in genere non supera i 10 minuti e, molto spesso, viene usato per preparare il paziente ad ulteriori trattamenti manuali.
  • Raggi Ultravioletti vengono usati nelle terapie dermatologiche, specialmente nella psoriasi. Il tempo di esposizione può variare da 2 ai 7 minuti.
  • Paraffina è una sostanza prodotta dal petrolio e formata da idrocarburi. Si trova, in natura, allo stato solido mentre, per essere utilizzata a scopri terapeutici, si riscalda per essere diffusa sul corpo in forma liquida. Nella paraffinoterapia si applicano degli impacchi di paraffina su mani e piedi. Durante la seduta terapeutica, la paraffina diventa si solidifica gradualmente comprimendo la pelle. Per aumentare l’effetto liquido della paraffina è necessario tenere un guanto. La terapia si può effettuare in diverse sedute di circa 20 minuti ciascuna.

Cerotti e termoterapia

I dolori dovuti ad attività sotto sforzo, sport e postura scorretta possono essere attenuati grazie a cerotti specifici per dolori articolari e muscolari. Su Clickfarma sono disponibili diversi cerotti caldi terapeutici. Questi prodotti non contengono antidolorifici e si attivano una volta aperti e posizionati sulla zona del corpo interessata. Raggiungono una temperatura di 40° che si prolunga con il tempo e si trasmette nella parte del corpo interessata.

La sensazione si sollievo arriva subito e si protrae per un tutto il periodo dell’applicazione. Questi cerotti sono molto pratici e possono essere utilizzati sotto i vestiti durante le normali attività quotidiane. Il trattamento è particolarmente piacevole durante l’inverno perché protegge e riscalda la zona interessata per tutta la giornata.

Terapia Endogena

La terapia endogena viene chiamata anche radarterapia. In questo tipo di cura vengono utilizzate le onde elettromagnetiche ad effetto antidolorifico.

La produzione di calore interessa con maggiore intensità i tessuti ricchi di acqua. I muscoli e articolazioni ne traggono maggior beneficio perché contengono l’80% di acqua, mentre il tessuto adiposo non è particolarmente interessato alla radarterapia, poiché contiene il 50%. I risultati sono particolarmente soddisfacenti nelle leggere tendiniti al ginocchio e alla spalla, artrosi dei tessuti pre-articolari.

La termoterapia deve essere evitata nei seguenti casi:

  • Gravidanza
  • Presenza di vene varicose
  • In presenza di protesi e pace maker
  • Tubercolosi

Se si desidera iniziare un trattamento di termoterapia consigliamo di rivolgersi ad un centro di qualità perché queste cure possono avere gravi effetti collaterali come ustioni, lesioni della cute o danni agli occhi.

Questo tipo di cura, ancora poco conosciuto, potrebbe risolvere diversi problemi di salute e aiutare il corpo a ritrovare agilità ed elasticità: acquista su Clickfarma tutti i prodotti basati sulla termoterapia.