Come curare il raffreddore

come-curare-raffreddore

A chi non è capitato, almeno una volta l’anno o anche più, di contrarre un raffreddore e dover stare a casa per giorni? E’ il malanno più frequente e più odiato sebbene non abbia conseguenze gravi e ciò perché i sintomi sono particolarmente fastidiosi, nonostante le premure (ad esempio evitare di fumare perché il fumo abbassa le difese immunitarie oppure assumere molta vitamina C). Il raffreddore colpisce comunque e la strategia è porre in essere tutti i comportamenti per uscirne presto e bene.

Il raffreddore è un’infezione contagiosa che colpisce le vie aeree superiori e in alcuni casi anche le vie aeree inferiori. La causa è di solito rappresentata da virus presenti nell’aria o sulle superfici che si infiltrano nei tessuti che proteggono naso e gola e scatenano una reazione immunitaria che si traduce in mal di gola, raffreddore, mal di testa, dolori muscolari, in alcuni casi anche febbre e perdita di appetito.

I sintomi solitamente compaiono un paio di giorni dopo aver contratto il virus e proseguono per una settimana, anche se dopo i primi giorni iniziano ad affievolirsi. Vuoi ridurre i fastidi fin dai primi giorni e velocizzare la guarigione? Diversi sono i consigli da seguire.

Per prima cosa mettiti a riposo: televisione e un buon libro di sicuro aiutano a passare il tempo e se proprio è necessario uscire, copriti bene in modo da non prendere freddo ed evitare gli sbalzi termici.

Tra i metodi naturali che aiutano a curare il raffreddore ed alleviare i sintomi c’è la soluzione sempre applicata dalle nostre nonne: bere molti liquidi, ad esempio brodo caldo, tisane ed infusi a base di echinacea, per evitare la disidratazione, specialmente quando il raffreddore è accompagnato da diarrea o vomito.

Utile anche la suffumigazione, o fumigazione, arricchita con oli essenziali. I più adatti? 

  • Eucalipto che ha proprietà espettoranti, disinfettanti e balsamiche.
  • Menta con proprietà decongestionanti.
  • Limone con proprietà antisettiche.
  • Arancio con proprietà disinfettanti.
  • Rosmarino con proprietà antiossidanti, espettoranti e balsamiche.

Il vecchio metodo della nonna è sempre valido, basta riscaldare l’acqua a cui aggiungere gli oli essenziali e sfruttare i benefici del vapore che si libera. Per evitare dispersione è bene coprirsi la testa con un panno e respirare il vapore con la bocca.

Importanti benefici possono aversi anche dall’uso del propoli (sostanza che le api raccolgono da gemme e corteccia delle piante ed elaborano con cera, polline ed enzimi), che viene considerato un vero antibiotico naturale ed ha proprietà antivirali, antimicotiche e antimicrobiche.

Per quanto riguarda la terapia farmacologica, ci sono diverse possibilità di cura. Per prima cosa devi fluidificare i muchi in modo da eliminarli più facilmente, per fare ciò puoi usare delle soluzioni saline anche attraverso vaporizzatori e umidificatori nasali. Si tratta del classico aerosol, soluzione di vecchia data ma sempre valida per trattare le patologie delle vie aeree superiori, adatta in special modo ai bambini e a coloro che non vogliono o non possono assumere farmaci per via orale.

Resta quindi il capitolo degli antibiotici che molto fa discutere i medici. Infatti, il ricorso a questa categoria di farmaci deve essere limitato al caso in cui c’è in corso un’infezione batterica e di conseguenza il medico ritenga necessario l’assunzione di essi. Da evitare invece in caso di comune raffreddore per il semplice fatto che esso è causato, come detto prima, da virus, mentre gli antibiotici hanno effetto nei confronti dei batteri. Di conseguenza sono totalmente inutili in caso di raffreddore o malanni di stagione.

I rimedi sono tanti e noi suggeriamo sempre di preferire soluzioni fitoterapiche: ungenti, spray o gocce nasali tutte a base di erbe particolarmente efficaci in caso di semplice raffreddore. Certo, se il raffreddore non passa e i sintomi peggiorano, consigliamo la sana e responsabile visita al dottore o al farmacista di fiducia, prima di assumere farmaci di testa propria!

Certo, noi vi sapremo consigliare meglio di questo nostro collega:

farmacista-raffreddore