Celiachia: sintomi e diagnosi

La celiachia è una patologia legata al glutine. L’organismo di un celiaco reagisce molto duramente agli alimenti che contengono glutine. Infatti, quest’ultimo provoca una reazione autoimmune che intacca l’intestino tenue e la mucosa intestinale.

Si manifesta solitamente dopo lo svezzamento, quando vengono appunto introdotti alimenti che contengono glutine. Viene diagnosticata, però, più frequentemente in età adulta. Si effettua prima un esame del sangue e, se evidenzia i relativi anticorpi, viene fatta una biopsia dell’intestino tenue. La diagnosi non è facile perchè i sintomi sono quelli di altre malattie intestinali.

Che effetti ha sull’organismo?

  • Anemia per carenza di ferro e di vitamina B12.
  • Osteoporosi, perchè il corpo assorbe lentamente e in modo minore il calcio e la vitamina D.
  • Mal di testa e debolezza.
  • Gonfiore addominale, diarrea e crampi.

I vari sintomi permettono di distinguere la celiachia in tre forme principali: tipica, atipica e silente. La celiachia tipica è la più frequente e causa l’arresto della crescita per i bambini, dissenteria, gonfiore e debolezza. La celichia atipica, i cui sintomi non sono necessariamente legati allo stomaco come l’osteoporosi. La celiachia silente, invece, si presenta senza sintomi.

I rimedi, come abbiamo detto, sono esclusivamente legati ad una dieta senza glutine, che ripristina la mucosa ed elimina i sintomi. Questo richiede una rigorosa educazione alimentare e tanta attenzione, per evitare prodotti con glutine o che possono essere stati contaminati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *