Come diventare farmacisti e gestire bene la propria farmacia

Gestione della farmacia

Come diventare farmacisti? Il primo step da superare è la Laurea in Farmacia o in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, laurea di 5 anni che comprende anche un tirocinio di 6 mesi da effettuare in una farmacia o in un ospedale. Il secondo step è l’esame di stato, da sostenere una volta ottenuta la laurea.

Questi sono i primi due passi ma ce ne sono tanti altri, non è semplice aprire una farmacia. Solitamente, le nuove aperture vengono assegnate con dei concorsi provinciali, che assicurano il conferimento di una farmacia. In alternativa, si può comprare una farmacia esistente o lavorare in una di famiglia.

Ma come funziona una farmacia a livello pratico? Naturalmente, è necessaria la figura del farmacista, ma non è da sottovalutare la presenza di una persona capace di gestirla dal punto di vista aziendale: bilanci, fatturati, finanziamenti e obiettivi. Per questo, sono vari i master attivati per la gestione e organizzazione dell’azienda farmacia.

Altro aspetto da non sottovalutare, la costruzione di un rapporto di fiducia con il cliente. Deve potersi fidare dei consigli, che non devono essere dettati dall’aspetto puramente commerciale ma devono essere “su misura” e personalizzati in base alle sue necessità.

Importanti anche i servizi aggiuntivi offerti da ogni farmacia: analisi dei parametri di glicemia, colesterolo, emoglobina oppure consegna a domicilio dei farmaci, misurazione della pressione, test sulle intolleranze alimentari.

E le farmacie online? Esistono farmacie “fisiche” che vendono anche online, come ClickFarma, oppure le parafarmacie che attivano anche il canale online. In ogni caso, deve sempre essere un esercizio con l’autorizzazione del Ministero della Salute.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *