Il vino, un alimento antichissimo e dalle mille proprietà

Eh sì, che il vino faccia bene è noto… ma a che cosa esattamente? Diciamo innazittutto che parliamo di 1-2 bicchieri al giorno per gli uomini, e di uno per le donne. E, inoltre, di prodotti di qualità, che almeno in Italia non mancano. E’ meglio berlo durante i pasti che a stomaco vuoto.

Il fascino del vino è legato alla sua capacità d’inebriare lo spirito e favorire i momenti di socialità. Mai dimenticare, però, che il fegato per smaltire un solo bicchiere impiega anche due ore. Già i romani ne bevevano assai, sebben non conoscessero bene tutti i segreti della fermentazione e il loro vino fosse parecchio alcolico.

Il vino, in particolare quello rosso, è ricco di polifenoli, cioè antiossidanti ed è dimostrata la sua efficacia nel ridurre il rischio di tumori specie al colon.  Certo, non bisogna esagerare…infatti fa da contrappeso la presenza di etanolo, tossico per il fegato e che si deposita nei suoi tessuti, quando la pratica del bere diventa vizio.

Ma i benefici del vino sono anche psicologici, in quanto pare aiuti anche a curare lievi depressioni, distendere i nervi, favorire la socialità. Per la storia che si porta dietro, il vino ha davvero moltissimo fascino e chi può lo frequenti senza problemi ma con saggezza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *